Piano comunale di disinfestazione ordinaria per il contenimento delle popolazioni di zanzare nel territorio comunale – anno 2024

Dettagli della notizia

Per prevenire e limitare la proliferazione della zanzara comune e della zanzara tigre fino al 31 ottobre 2024 è entrata in vigore l'Ordinanza n. 26 del 6 marzo 2024.

Data:

07 Marzo 2024

Tempo di lettura:

Descrizione

A chi si rivolge l'Ordinanza?

A tutti i cittadini, e ai soggetti pubblici e privati, proprietari, affittuari, o che comunque abbiano l’effettiva disponibilità di aree all’aperto dove esistano o si possano creare raccolte d’acqua meteorica o di altra provenienza.

Cosa bisogna fare?

I soggetti indicati devono attenersi alle misure indicate nell'Ordinanza per evitare in particolar modo il ristagno di acqua, e provvedere a periodiche disinfestazioni antilarvali.

  • I trattamenti adulticidi possono essere eseguiti negli spazi privati solo in via straordinaria nel rispetto delle misure di mitigazione del rischio riportate nel Piano Regionale per il controllo delle zanzare nelle aree urbane.

I soggetti che vi ricorrono devono:

1) nel caso di installazione ed uso di un impianto automatico di distribuzione di prodotti contro le zanzare (adulticidi e prodotti insetto-repellenti), trasmettere al Comune con un anticipo di almeno 48 ore l'allegato modulo "Comunicazione disinfestazione adulticida area privata".

Inviare il modulo tramite p.e.c. al seguente indirizzo: creazzo.vi@cert.ip-veneto.net

2) utilizzare esclusivamente prodotti biocidi o PMC regolarmente autorizzati come adulticidi e/o insettorepellenti che riportino in etichetta la possibilità di impiego in sistemi di irrorazione automatica, rispettando tutte le indicazioni riportate in etichetta;

3) nell’impiego di questi sistemi si dovrà sottostare agli obblighi e alle misure di mitigazione del rischio previste per tutti gli interventi adulticidi:

  • effettuare i trattamenti nelle ore crepuscolari – notturne, o all'alba;

  • evitare che persone e animali vengano a contatto con l’insetticida irrorato;

  • accertarsi della chiusura di porte e finestre;

  • non direzionare la nube irrorata su alberi da frutta, e non irrorare qualunque essenza floreale, erbacea, arbustiva ed arborea durante il periodo di fioritura, nonché sulle piante che producono melata;

  • verificare che non ci siano apiari nell’area che si intende trattare e nelle zone limitrofe entro una fascia di rispetto di almeno 300 metri; se presenti avvisare l’apicoltore con un congruo anticipo;

  • coprire, o lavare dopo il trattamento, arredi e suppellettili presenti nel giardino;

  • non irrorare laghetti, vasche e fontane contenenti pesci o che servano da abbeveratoio per animali, oppure provvedere alla loro copertura prima dell’inizio dell’intervento;

  • apporre almeno 48 ore prima nel luogo dell'intervento di apposita "Cartellonistica per avviso disinfestazione adulticida in area privata".

Le zanzare sono tra i principali vettori di alcune malattie infettive. Nel territorio Regionale le zanzare maggiormente implicate sono la zanzara comune (Culex pipiens) vettore del virus della West Nile e del virus Usutu e la zanzara tigre (Aedes Albopictus) responsabile della trasmissione di Dengue, Chikungunya e Zika Virus.

Ultimo aggiornamento: 15/03/2024, 12:37

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2
Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2
Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2
Inserire massimo 200 caratteri